Net Zero Carbon 2050: Saint-Gobain Abrasivi esente da naftalene

Tree-image-WEB

Contrastare il cambiamento climatico significa decarbonizzare le nostre economie e per Saint-Gobain l'obiettivo è semplice: entro il 2050, non dobbiamo emettere più carbonio di quanta ne assorbiamo. Dobbiamo essere neutrali in termini di emissioni di carbonio.

Questo impegno è radicato in una lunga storia di riduzione del nostro impatto ambientale. È inseparabile dalla nostra ambizione di fornire ai clienti soluzioni per aiutarli a decarbonizzare e ridurre il loro impatto ambientale. La nostra ambizione di azzerare le emissioni nette di carbonio è anche una manifestazione molto concreta della nostra ragion d'essere, Making the world a better home.

In questo percorso seguiremo una serie di metodi per ridurre le nostre emissioni dirette nei nostri siti (step 1), le emissioni indirette principalmente legate all'uso dell'elettricità (step 2) e le emissioni a monte e a valle della nostra catena del valore (step 3). Questi metodi includono la progettazione del prodotto e una nuova composizione dei materiali, rendendo i processi industriali più efficienti dal punto di vista energetico, spostando il nostro mix energetico verso fonti a basse emissioni di carbonio e rinnovabili, lavorando con partner che forniscono materie prime e coloro che trasportano i nostri prodotti per ridurre le loro emissioni, e infine, studiando soluzioni per la cattura e lo stoccaggio del carbonio per le emissioni residue.

Vediamo i nostri obiettivi gradualmente: la prima è la riduzione delle emissioni di Step 1 e Step 2 entro il 2025, e poi ulteriori traguardi per riduzioni più ampie e ancora più ambiziose entro il 2030.

Utilizzo di materie prime a minore intensità di carbonio: ricerca di sostituzioni più sostenibili

Per decenni il naftalene è stato utilizzato dall'industria degli abrasivi come poro induttore nella produzione di abrasivi a legante vetrificato. In Saint-Gobain Abrasivi è stato utilizzato in molte soluzioni, tra cui Norton Poros2, dove la sua porosità appositamente progettata ha consentito un'elevata produttività per mercati chiave, come l'aerospace e quello delle turbine a gas industriali. Anche se il naftalene ha portato molti vantaggi tecnici, consentendo mole molto porose ha anche avuto impatti negativi sulla salute e sull'ambiente che volevamo cambiare.

I materiali sostitutivi sono stati sperimentati per decenni nell'industria degli abrasivi, ma il naftalene si è rivelato estremamente difficile da sostituire. Negli ultimi anni, tuttavia, sono state prese in considerazione prospettive diverse: invece di provare a sostituire il naftalene con un altro materiale, Saint-Gobain Abrasivi ha preso una decisione piuttosto radicale e più olistica per ridisegnare completamente le nostre mole. Sono stati sviluppati nuovi processi, nuova tecnologia sulle grane, nuove tecniche di produzione e materie prime. Dopo rigorosi test di qualità presso i nostri centri e università, presso strutture di prova esterne e attraverso test di convalida presso clienti chiave con pezzi altamente sensibili, eravamo fiduciosi di disporre della tecnologia giusta per proseguire "senza naftalene".

IMG_7895

Sono state lanciate nuove tecnologie di prodotto, tra cui Norton Vitrium3 Creepfeed, Norton Vortex2 e Norton Quantum X, e all'inizio del 2020 è stato fissato il prossimo ambizioso obiettivo: rendere Saint-Gobain Abrasivi un produttore privo di naftalene entro la fine del 2020. Ne è seguito un lancio massivo, che purtroppo è stato ostacolato dalla pandemia di Covid. Sono andati persi diversi mesi, ma con una forte collaborazione e impegno da parte dei nostri team operativi e dei clienti, migliaia di prodotti sono stati testati e convertiti e l'obiettivo originale di essere liberi dal naftalene entro la fine del 2020 è stato raggiunto. Non solo avevamo un prodotto che rispetta di più l'ambiente, ma avevamo anche un prodotto in grado di superare i nostri abrasivi legati al naftalene, portando ulteriori vantaggi ai nostri clienti relativi alle prestazioni . L'effetto netto sulla nostra impronta di carbonio è stimato in una riduzione del -30% in termini assoluti rispetto ai volumi di produzione (che includevano il naftalene) nel 2019.

"È giusto dire che la decarbonizzazione può essere solo collettiva. Deve dimostrare un allineamento di tutti gli attori coinvolti e un approccio comune al progresso."

Di conseguenza, si tratta anche di una trasformazione più profonda delle imprese e delle catene del valore, il che significa anche un'opportunità di crescita e innovazione. Continuiamo a reinventare la produzione dei nostri prodotti e processi industriali migliorando la qualità e le prestazioni delle nostre soluzioni. L'economia circolare ci sfida a fare meglio con meno e stiamo già rispondendo.

Sappiamo, tuttavia, che la neutralità del carbonio da sola non è sufficiente per combattere il cambiamento climatico. Dobbiamo iniziare a decarbonizzare le tecnologie di domani e prepararci ad adattarle alle future esigenze di una transizione verde. Non è ancora troppo tardi, ma è ora di accelerare le cose.

Xavier Orlhac Xavier Orlhac

Vice President Saint-Gobain Abrasives EMEA, Vice President FEPA