IT:

Ravvivatori stazionari per mole abrasive

 

DIAMOND NIB APP_new

RAVVIVATORI STAZIONARI PER MOLE ABRASIVE

 

Tutte le mole da rettifica devono essere sottoposte, di tanto in tanto, a un processo di ravvivatura e centratura. Sia al primo utilizzo quando la mola deve essere centrata e profilata, ma anche nel tempo per garantire sempre il massimo delle performance. L’eccessiva usura e l’attrito esercitato dalla lavorazione delle superfici possono infatti ridurre la capacità abrasiva di questi importanti strumenti professionali.

Fortunatamente, il ripristino delle condizioni ottimali può essere ottenuto in modo semplice e veloce, grazie al ricorso a diversi tipi di ravvivatori. Ma a cosa servono questi utensili e, ancora, quali soluzioni Norton offre ai suoi clienti?


La ravvivatura delle mole

 
Per ravvivatura si intende un processo mirato alla rigenerazione degli strumenti da taglio professionale, come le mole di rettifica o abrasive. L’operazione ha lo scopo di rimuovere i grani ormai usurati, e quindi non più in grado di garantire lavorazioni precise, con grani invece nuovi e completamente affilati.

 

La ravvivatura deve essere però eseguita anche alla prima installazione della stessa mola da rettifica, sia per creare il profilo che per ottenere una posizione perfettamente centrata.

Poiché le mole vengono sottoposte a molteplici tipi di stress fisico e meccanico durante il loro utilizzo, tendono a consumarsi con il tempo. L’usura rende i grani meno affilati e performanti, mentre l’attrito con i materiali da lavorare può ridurre il potere abrasivo. Il livello di consumo è addirittura riconoscibile sul profilo della stessa mola, che potrebbe apparire lucida o impastata. In questo ultimo caso, il truciolo derivato dalla lavorazione del materiale si inserisce nelle porosità dello strumento, causando la modifica della sua proprietà fisiche. 

Una mola ormai usurata potrebbe non solo dar origine a tagli errati, poco precisi e mal dimensionati, ma addirittura danneggiare la superficie da lavorare. La riduzione del potere abrasivo aumenta infatti il calore generato per attrito, sottoponendo il materiale a uno stress termico-meccanico che non sempre è in grado di sopportare.

 

 

Ravvivatori stazionari e ricondizionamento 


Il processo di ravvivatura delle mole può essere eseguito facendo ricorso a molteplici strumenti, a seconda dei risultati che si desidera ottenere. Fra le alternative più comuni ed efficaci, si elencano:

 

  • bastoncini abrasivi;
  • ravvivatori stazionari diamantati;
  • rulli diamantati per ravvivatura a controllo numerico;
  • rulli di forma:
  • ravvivatori manuali.

 

Sebbene tutte le alternative siano in grado di garantire una ravvivatura precisa e di elevatissima qualità, i ravvivatori stazionari diamantati sono una delle soluzioni di maggiore interesse. Questi utensili rappresentano infatti uno dei metodi più diffusi per ripristinare le capacità di taglio e abrasione delle mole da rettifica o abrasive, grazie alla loro posizione fissa e alla possibilità di una centratura priva di errori.


Normalmente utilizzati su tutte le tipologie di macchine rettificatrici, i ravvivatori stazionari possono essere impiegati sia per una ravvivatura cilindrica che per una profilatura complessa, allo scopo di ottenere sagome dalle più svariate forme e dalla precisione elevatissima. Merito della superficie diamantata, dalla durezza insuperabile, ma anche e soprattutto della stabilità tipica di questi utensili. Se installato e correttamente centrato, un ravvivatore stazionario è infatti in grado di assicurare finiture superficiali davvero eccellenti.


Per ottenere risultati superlativi, è però necessario prestare attenzione al ricondizionamento e ai suoi parametri. Questi ultimi hanno infatti un forte impatto sull’intera operazione di rettifica della mola, determinandone sia la rugosità attiva che la forma geometrica. Più questi parametri vengono affinati, maggiore sarà la qualità della superficie ravvivata e la precisione del profilo. Fra i parametri da tenere in considerazione vi sono le dimensioni della grana del diamante montata sul rettificatore stazionario, l’alimentazione radiale, l’avanzamento assiale, la larghezza di ravvivatura e il fattore di sovrapposizione.
 

Le soluzioni Norton 


Leader nella fornitura di strumenti di elevata qualità per i professionisti, Norton offre un’ampia gamma di utensili per la ravvivatura delle mole da rettifica o abrasive. Dai bastoncini ai ravvivatori manuali, passando per varie tipologie di rullo, le soluzioni disponibili sono davvero le più complete.

In merito ai ravvivatori stazionari diamantati, l’offerta è ricca di soluzioni precise e performanti, per garantire il massimo risultato in tutte le operazioni di ravvivatura e ricondizionamento delle mole. A partire dai ravvivatori a lama HPB-D 3565 e 3585, dotati di diamante sintetico policristallino: ideali per una ravvivatura classica e per ogni tipologia di profilatura, garantiscono estrema precisione e alta ripetibilità. Performance di elevato livello anche per i ravvivatori a lama HPB-D e HPB-C, per un’operazione di ricondizionamento economica ma precisa, grazie anche al ricordo a diamanti naturali di profilatura.

I ravvivatori stazionari a punta singola sono da sempre una delle soluzioni più impiegate dai professionisti, grazie alla loro imbattibile precisione e l’alta durabilità. La scelta dipende soprattutto dalle dimensioni e dalle caratteristiche della mola da ravvivare, per questo Norton ha previsto un ventaglio di utensili davvero ricchissimo. Il ravvivatore a stelo cilindrico BC SG offre una qualità estrema del diamante ed è pensato soprattutto per le mole dotate di abrasivi ceramicati. Disponibile in diverse dimensioni del gambo, può essere scelto in varie configurazioni del diamante, da 0.5 a 1 carato. Una soluzione più economica è invece rappresentata dallo stelo cilindrico BC, adatto a mole dotate di abrasivi convenzionali e offerto in diverse dimensioni gambo, nonché con diamante standard da 0.33 a 0.5 carati. Non mancano nemmeno i ravvivatori a stelo a cono morse, sempre dotati di diamante standard e adatti alle tipologie di abrasivi più comuni.

La gamma comprende anche un ravvivatore per profili di tipo diaform, pensato per la massima accuratezza del profilo, nonché utensili multi-punta. Questi ultimi, grazie proprio alla presenza di più punte diamantate, permettono di distribuire il carico da lavoro per ottenere il massimo della velocità nel processo di ravvivatura, grazie all’asportazione più rapida del materiale. Anche in questo caso la linea è divisa nelle soluzioni modello SG, quindi dotate di un diamante di elevatissima qualità e indicate per mole con abrasivi ceramicati, che versioni più economiche per abrasivi comuni.

 

Per tutte le informazioni sui nostri prodotti contatta il tuo rappresentante di fiducia oppure contattaci.